Dessert, Impasti di base

Schiaccia con l’uva.

Io ve l’avevo detto lunedì che le temperature sarebbero calate, ma voi non mi volevate dare retta!!!

Quindi cosa si fa appena rinfresca?! Si accende il forno per preparare tante leccornie. Una di questa, più che mai anticipataria di questa stagione autunnale: la schiacciata con l’uva 🍇.

Tipico dolce toscano, che trova le sue origini in tempi poveri, quando veniva preparata durante il periodo della vendemmia.

Inutile che vi stia a dire, come sempre, quanto possa essere mai durata a casa mia.

Questo, come il berlingozzo, sono dolci che ad Alberto piacciono un sacco, quindi non hanno nemmeno il tempo di freddarsi che sono già spariti dalla circolazione.

Armatevi di pazienza ed andate a cercare l’uva più matura, quella più succosa e dolce possibile. Quando l’avrete trovata sarete pronti per fare la schiaccia con l’uva.

Ingredienti per 8 persone:

Per l’impasto:

  • 500 gr. di farina 0
  • 300 ml. di acqua tiepida
  • 12 gr. di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di miele
  • Sale grosso q.b
  • Per il condimento:
  • 800 gr. di uva nera
  • 80 gr. di olio extravergine d’oliva
  • 100 gr. di zucchero
  • Preparazione:
  • Cominciate preparando la pasta per la schiacciata, quindi: sciogliete il lievito in poca acqua tiepida (prelevandola dalla quantità totale) ed aggiungete il cucchiaino di miele. Lasciate riposare qualche minuto; nel frattempo setacciate la farina. Aggiungetevi il composto che avete messo a riposare e cominciate ad impastare, versando acqua ed olio a filo, alternandoli.
  • Dovrete ottenere una consistenza estremamente morbida ed elastica, solo allora potrete farne una pallina e porla a lievitare in un ambiente asciutto e ben caldo, coperta da un canovaccio.
  • Dovrà raddoppiare di volume. Per essere sicuri che sia ben lievitata, fate sempre la prova del dito: se applicate una leggera pressione, la vostra impronta non dovrà riemergere in superficie.
  • Se siete minuti di planetaria, potete eseguire questo passaggio durando la metà della fatica. Altrimenti, visto che la ricetta è una vecchia ricetta contadina, armatevi di pazienza, come ho fatto io, ed impastate a mano.
  • Una volta lievitata al punto giusto, riprendete la pasta ed impastatela con la metà dello zucchero, fino a che non l’avrà incorporato bene.
  • Dividete l’impasto in due parti uguali e stendetene una su di una teglia, precedentemente unta con olio d’oliva. Distribuite metà degli acini di uva nera, precedentemente lavati ed asciugati. Cospargete con abbondante zucchero e ripetete di nuovo l’operazione ricoprendo la schiacciata con un ulteriore strato di: impasto, uva e zucchero.
  • Infine distribuite qua e là qualche scaglia di sale grosso ed irrorate con olio d’oliva.
  • Cuocete per circa 30-40 minuti a 200 gradi in forno preriscaldato.
  • Prima di tagliare in boccocini attendete che sia ben fredda.
  • E poi che dire… sarà un piacere quando lo zucchero vi rimarrà attaccato alle labbra e alle dita.
  • Buon appetito… piatto pulito!
  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.