Primi

Paccheri ai frutti di bosco con sughetto di calamari e mazzancolle.

Finalmente un po’ di pastaaaaaaaa… Sì, sì, sì! Mi sento felice come una bambina perchè per una volta, mi sono lasciata tentare dalla pasta asciutta, l’ho mangiata e sto camminando tre metri sopra terra.

Era semplicemente divina; guarda, se solo ci ripenso mi torna l’acquolina in bocca. Slurp!!!

Avevo comprato questi paccheri ai frutti di bosco, in una famosa fiera alimentare con cui sono stata di recente con Alberto per lavoro e non avevo ancora avuto tempo per cucinarli come si deve. Però a volte si sa, le ispirazioni arrivano all’improvviso. E oggi avevo proprio uno smisurato bisogno di carboidrati. Quindi le due cose combinate insieme, hanno portato come frutto, una vera e propria prelibatezza.

Ma adesso basta perdersi in parole inutili, passiamo ai fatti. Segnatevi tutto quello che vi manca e correte a fare la spesa.

Ingredienti per 2 persone:

250 gr. di paccherini ai frutti di bosco

3 spicchi d’aglio

300 gr. di pomodorini pachino

3 calamari

6 mazzancolle

1 ciuffo di prezzemolo

1/2 bicchiere di vino bianco

Peperoncino essiccato

Sale q.b.

Olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Ci tengo a puntualizzare che anche questa, come la maggior parte delle mie ricette, è molto veloce da preparare. Quindi, se avete fatto tardi a prendere i figli a scuola perchè avete trovato traffico, niente panico: il tempo di preparazione è esiguo.

Ponete una pentola, con abbondante acqua salata, sul fuoco a bollire.

Nel frattempo, fate scaldare in una padella sufficientemente capiente, i tre spicchi d’aglio irrorati con due cucchiai di olio extravergine d’oliva ed un pizzico di peperoncino.

Adesso prendete i calamari (ricordate sempre di farli pulire al vostro amico pescivendolo, così risparmierete un sacco di tempo!), passateli sotto acqua corrente fino a quando non avrete rimosso la pelle rosa esterna. Con un coltello affilato riduceteli in anelli di circa 1 cm di spessore. Passate adesso alle mazzancolle; infilate uno stecchino sotto al carapace, circa a metà della lunghezza complessiva,e rimuovete l’intestino. Sciacquateli accuratamente sotto acqua corrente. Asciugate con carta assorbente e tenete da parte.

Rimuovete l’aglio dal tegame con l’olio, ed aggiungetevi i calamari ridotti in anelli. Fate cuocere circa cinque minuti prima di sfumare con il vino bianco.

Quando il vino risulterà evaporato, aggiungete i pomodorini pachino, precedentemente divisi a metà, salate a piacere e fate cuocere circa una quindicina di minuti. Se vedete che il sughetto si asciuga troppo aggiungete ancora qualche goccia di vino bianco.

Buttate la pasta e fate cuocere in acqua solo per metà del tempo indicato sulla confezione.

La pasta deve terminare la cottura nel tegame con il sughetto, ed irrorata con un paio di mestoli di acqua di cottura, in modo tale che l’amido rilasciato dalla pasta andrà a legare maggiormente il vostro sugo, rendendolo cremoso e vellutato. Aggiungete le mazzancolle solo quando andrete a saltare la pasta, altrimenti risulteranno troppo cotte.

Ecco fatto, ah… mi sono dimenticata, spolverizzate con il prezzemolo fresco tritato e servite fumante in una bel piatto fondo da minestra.

Buon appetito… Piatto pulito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...